335 5734200 info@medea.pro

Novità youtube red: cosa cambia per chi fa video

da | Nov 24, 2015 | Blog | 0 commenti

 

Fra i tanti pregi di youtube che hanno contribuito a renderlo la piattaforma video online più famosa al mondo, c’è sicuramente il fatto che è “gratis”. Ore e ore di video e interi pomeriggi passati davanti al computer senza spendere un centesimo. Noterete però che ho messo gratis tra virgolette, perché in realtà Youtube non è propriamente a costo zero. Infatti, se è vero che i video non costano denaro agli utenti, è anche vero che il tempo passato a guardare forzatamente gli annunci può essere considerato un costo.

Le cose però ora stanno per cambiare con l’arrivo di Youtube Red.

 

Youtube Red, che cos’è

E’ un nuovo servizio a pagamento per guardare video su Youtube che è disponibile per ora solo in America a partire dal 28 Ottobre 2015. Costa $9,99 al mese ($12.99 per gli utenti Apple), con un mese di prova gratis.

Chi decide di iscriversi avrà la possibilità di:

  • guardare i video senza pubblicità
  • usufruire di Youtube Music (una sorta di Spotify)

Poi ci sono altre caratteristiche tipo la possibilità di guardare i filmati offline o di mettere l’app in backgound senza interrompere l’ascolto. Inoltre, Red offrirà contenuti originali ed in esclusiva, principalmente a partire dal prossimo anno. Per ora non ci sono novità riguardo al lancio in altri paesi, ma si attende l’arrivo da noi in Italia nel corso dell’anno prossimo.

Youtube ha rilasciato un video pochi giorni fa che mostra le novità in arrivo:

 

In breve, gli utenti avranno la scelta se pagare per Youtube Red oppure no. Per chi non paga, non cambia assolutamente nulla e i video resteranno disponibili dopo i 5 – 30 secondi di pubblicità. Chi paga invece avrà accesso agli stessi video di prima senza però la pubblicità iniziale e potranno godere di contenuti esclusivi.

Una curiosità: se anche solo il 10% degli utenti decidesse di iscriversi, Red avrebbe molti più iscritti di Spotify. Youtube nel mondo ha più di un miliardo di utenti attivi al mese. Il 10% vorrebbe dire avere una base di 100 milioni di persone, ovvero 5 volte gli iscritti a Spotify.

 

Che conseguenze ci sono per chi fa video?

L’introduzione di un servizio senza pubblicità è sicuramente uno svantaggio per chi si serviva di youtube per pubblicizzare i propri prodotti o servizi attraverso i (fastidiosi) 30 secondi di video introduttivo. Ma in realtà non cambierà poi molto. Infatti, a meno che non ci siano iscrizioni in massa a youtube Red, la stragrande maggioranza degli utenti continuerà ad utilizzare la versione gratis e quindi ad aspettare dai 5 ai 30 secondi prima di vedere i propri video.

In ogni caso, per il futuro è meglio considerare di spostare un po’ il budget verso video virali che generano traffico in maniera più organica rispetto alle pubblicità, magari coinvolgendo degli influencer per aumentare il successo della campagna video. Infatti, se è vero che Youtube impiegherà anni prima di avere una base consistente di iscritti a pagamento, è anche vero che le pubblicità non sono esattamente quello che gli utenti vogliono vedere.

C’è poi un’altra conseguenza per chi produce contenuti. Spostando i video su Red e quindi rendendoli esclusivi a chi è abbonato, i titolari dei canali potranno guadagnare di più. In sostanza, chi paga i $9,99 al mese oltre a non vedere le pubblicità potrà supportare i suoi canali preferiti.

La chiave allora è: il livello di fidelizzazione che gli youtuber riusciranno ad avere. Red infatti darà enormi benefici ai canali che sono riusciti a trasformare gli utenti in fan, e i fan a loro volta potranno beneficiare dei contenuti esclusivi senza pubblicità. Canali di nicchia con utenti affezionati ed interessati veramente ai contenuti del video avranno la possibilità di monetizzare molto di più di oggi.

 

Conclusione

Youtube Red introduce 2 importanti novità:

 

  1. Una nuova opzione per chi guarda. Gli utenti potranno premere play senza le interruzioni della pubblicità, salvare i video per poi guardarli offline, utilizzare l’app in background e dare un supporto ai loro creatori preferiti.
  2. Una nuova fonte di guadagno. Pubblicando contenuti esclusivi per gli utenti di Red, gli youtuber avranno la possibilità di monetizzare di più per video rispetto ad ora.

Condividi

Facebooktwitter

Pin It on Pinterest

Share This

Condividi

Condividi con i tuoi amici!